Spese di spedizione gratuite sopra le 45€

vissla

Vissla | La storia del brand

Molte persone conoscono il marchio Vissla – negli ultimi cinque anni è passato dall’essere un marchio boutique a un punto fermo del settore – ma poche persone conoscono la storia di come è iniziato. Ma il The Surfer’s Journal ha recentemente pubblicato un articolo su Paul Naude che racconta una grande storia dietro il marchio. Suggerisco a chiunque sia interessato a Vissla o alla storia del surf in generale di dare un’occhiata all’articolo, ma se non hai tempo, ecco Cliff Notes!*.

Paul Naude è cresciuto a Durban, in Sud Africa, e faceva parte della generazione di Shaun Thomson. Piuttosto che andare al college come avevano programmato i suoi genitori, iniziò a lavorare in una baia di modellatura prendendo ordini e riparando ding, e alla fine si laureò in laminazione, levigatura e sagomatura di tavole. Nel frattempo, stava diventando lui stesso un discreto surfista, e presto seguì Shaun Thomson e gli altri sudafricani sulla North Shore, dove si è schiantato con Randy Rarick e ha goduto di una carriera da professionista di successo (tra cui una vittoria al Sunset e un terzo posto finire al Pipe Masters).

Nel frattempo, Naude stava diventando sempre più coinvolta nell’industria del surf. Ha finito per imparare le basi dei media e dell’editoria e ha continuato a fondare la rivista ZigZag, la principale rivista di surf del Sud Africa. Divenne anche il titolare della licenza regionale per Gotcha in Sud Africa e alla fine fu assunto come presidente di Billabong.

Dopo che Billabong è diventato pubblico e ha sofferto per il declino dell’industria del surf nei primi anni 2000, Naude ha deciso di voler tornare alle sue radici e ha avviato una società chiamata Stoke House, che aveva una serie di filiali, tra cui Vissla, un marchio che Naude dice è sempre stato pensato per riguardare il surf, non la cultura di strada, non la cultura dello skate o della neve, solo il surf.

Voleva riunire un gruppo di surfisti creativi e costruttori di tavole, ed è esattamente quello che ha fatto. Il team di Vissla ora include un’ampia varietà di “Creatori e innovatori”, come lo shaper Danny Hess, il regista/shaper/artista Thomas Campbell, lo scienziato PhD/ambientalista/nativo hawaiano Cliff Kapono e surfisti emergenti come Cam Richards e il residente di Town Noa Mizuno.

Quasi 50 anni dopo aver preso in mano una tavola da surf, Naude ha ora chiuso il cerchio, con il suo marchio che offre opportunità ai giovani surfisti, proprio come una volta. Quindi la prossima volta che indosserai un paio di boardshort Vissla, prenditi un momento per apprezzare la storia dietro di loro, quindi datti da fare per remare e fare onde. Questo è ciò che Naude vorrebbe che tu facessi!

*Parlando di Cliff Notes, il pilota del team Vissla Cliff Kapono ha recentemente avviato una serie web chiamata Cliff’s Notes che descrive vari surfisti con passioni diverse e segue Cliff mentre apprende nuove abilità da questi artigiani mentre scopre di più su cosa significa essere un ecologico surfista consapevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Genovese | 1830

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: